Accettazione per facta concludentia da parte del committente del ritardo dell’appaltatore nell’esecuzione di lavori affidati in appalto

Accettazione per facta concludentia da parte del committente del ritardo dell’appaltatore nell’esecuzione di lavori affidati in appalto

Qualora l’esecuzione delle opere appaltate si prolunghi oltre il termine contrattualmente previsto e ciò avvenga, di fatto, in accordo con il committente che non solo ne sia a conoscenza, ma nulla eccepisca e dia disposizioni sull’ulteriore svolgimento degli stessi, costituisce accettazione per facta concludentia dell’adempimento tardivo. Lo stesso committente non è quindi legittimato, nel prosieguo, ad addurre il ritardo quale fondamento per l’applicazione di penali o per richieste risarcitorie.