Azione di regresso dell’Inail prevista dall’art. 10, quinto comma, del D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124

Azione di regresso dell’Inail prevista dall’art. 10, quinto comma, del D.P.R. 30 giugno 1965, n. 1124

Nel caso in cui manchi l’accertamento del fatto in sede penale si può sostenere che il termine triennale di decadenza per proporre l’azione di regresso decorra dalla data di commissione del fatto illecito dal quale derivi l’obbligazione indennitaria dell’Inail. Infatti, l’emissione del decreto di archiviazione del Giudice per le Indagini Preliminari è atto privo di qualsiasi rilevanza e non implica alcun accertamento di carattere giurisdizionale penale contrariamente alle sentenze che dichiarano la prescrizione del reato, o comunque, l’estinzione del procedimento penale per amnistia o morte del reo.