Utilizzazione dell'apparecchio telefonico destinato a comunicazioni dell'ufficio pubblico. Peculato ordinario

Utilizzazione dell’apparecchio telefonico destinato a comunicazioni dell’ufficio pubblico. Peculato ordinario

Si evidenzia il caso del dipendente pubblico il quale, avendo a disposizione linee telefoniche e fax per ragioni di ufficio, se ne serva per uso personale. Trattasi di una appropriazione indebita “speciale”, il peculato, in relazione al quale si ritiene che tale condotta debba qualificarsi come peculato ordinario, in quanto si riscontra nel suddetto comportamento il consumo di una risorsa che non può essere restituita alla pubblica amministrazione, e non quale peculato d’uso, come invece potrebbe immediatamente desumersi dalle modalità pratiche di esecuzione dell’illecito.